Solari e prevenzione per la pelle

Solari e prevenzione per la pelle


  • 27 Maggio

Le belle giornate sono arrivate quando eravamo ancora in quarantena, e qualcuno ha avuto la possibilità di cominciare a “colorarsi” al sole già da un po’ di tempo.

Ma lo si sta facendo in maniera corretta?

È fondamentale proteggere la pelle, al fine di non incorrere in fastidiose scottature, ma anche in disturbi più gravi.

La giusta prevenzione può permetterci di  stare al sole anche per più tempo, tranquilli che non incorreremo in fastidi inutili, che a volte rovinano anche il nostro sonno (immaginate quando vi brucia tutto il corpo e rigirarsi nel letto è tutto un dolore).

La prevenzione a tavola

Preparare la pelle al sole anche attraverso l’alimentazione, può essere la mossa vincente per sfoggiare un’abbronzatura coi fiocchi. È buona pratica:

  • Assumere cibi con alti livelli di vitamina E e carotene, che stimolano la melanina (carote, spinaci, rucola e albicocche, ma anche pomodori e cereali).
  • Idratare la pelle:
    • Dall’esterno con creme emollienti che donano elasticità alla pelle;
    • Dall’interno, bevendo almeno un litro e mezzo di acqua al giorno e mangiando tanta frutta e verdura fresca.

Una buona prevenzione a tavola è sicuramente una pratica eccellente, ma non esclude il fatto che la protezione serve a tutti i tipi di pelle. Ci teniamo, inoltre, a consigliarvi una esposizione graduale al sole, con non più di 15-30 minuti le prime volte ed evitando sempre le ore più calde della giornata.

Creme solari: perché sono importanti

Molte persone pensano, erroneamente, che le creme solari siano deleterie per l'abbronzatura. Al contrario, al loro interno ci sono diverse sostanze capaci di interagire con i raggi solari che rischiano di:

  • provocare scottature;
  • far invecchiare la pelle più velocemente;
  • dare un’abbrozatura che è comunemente definita "occasionale", perché va via molto più velocemente e in maniera disomogenea.

Le creme solari sono formulate con determinate sostanze, ovvero i filtri: gli SPF, ossia i Sun Protector Factors, che sono consultabili su tutte le confezioni di creme solari e rappresentano gli Indici di  Protezione solare. Li si può distinguere in:

  • Filtri Fisici : che assorbono il raggio e lo restituiscono;
  • Filtri Chimici : che assorbono il raggio e lo trasformano in raggio meno energetico .

È importante quindi scegliere il grado di protezione in base al proprio tipo di pelle:

  • Da 6 a 10 sono protezioni solari basse;
  • Da 15 a 20 sono protezioni solari medie;
  • Da 30 a 50 sono protezioni solari alte e molto alte .

Come applicarle

La crema solare va applicata:

  • a casa, dato che ci si espone ai raggi UV appena si esce dalla porta;
  • anche se il sole non c’è o si resta sotto l’ombrellone, in quanto che i raggi UV passano lo stesso attraverso le nuvole ed il tessuto, colpendo la pelle.

Per non perdere la protezione, è necessario ripetere l’applicazione ogni 2-3 ore e specialmente dopo il bagno, anche quando sulla confezione è specificata un’alta tenuta a contatto con l’acqua.

Se hai domande e vuoi approfondire l’argomento, non esitare a contattarci. Il nostro team di professionisti è sempre pronto a rispondere alle tue esigenze.

Lascia un commento